Le due facce dei diritti umani in tv

Aggiornamento: 17 dic 2021

La situazione contrastante dà vita a lunghi dibattiti.

Negli ultimi giorni diversi personaggi del mondo dello spettacolo hanno espresso un loro giudizio personale su un tema sensibile come quello dei diritti civili. Questi interventi hanno avuto inevitabilmente ripercussioni sugli utenti, che hanno espresso la propria sui social. Alfonso Signorini e Lady Gaga sono i più discussi del momento avendo trattato ciò in due trasmissioni diverse.

“Siamo contro l’aborto, in ogni sua forma” queste le parole pronunciate dal conduttore televisivo nella puntata del 15 novembre del GFVIP. Di contro altre donne hanno espresso il loro pensiero sottolineando che in realtà essendo lui uomo non può esprimersi riguardo questo argomento, non potendo vivere sulla sua pelle questioni come le gravidanze indesiderate e l’aborto. E dove vanno a finire anni di sacrifici? E tutte le donne che sono ricorse agli aborti clandestini? È possibile essere così retrogradi dopo 43 anni dal referendum? Nonostante il “NOI” utilizzato dal conduttore, Endemol Shine Italy, la società di produzione ha preso le distanze. Come può un uomo omosessuale, interessato in temi difficili come il DDLZAN non approvare un tema così importante? A proposito del DDLZAN, un’idea meno conservatrice è quella di Lady Gaga che a “Che tempo che fa” esprime la sua sui diritti civili, nello specifico sulla comunità LGBTQ+ rincuorandola. “Dovete essere protetti come tutti gli esseri umani”-dice.

La cantautrice ha sottolineato il diritto all’uguaglianza sottratto a queste persone; chi fa parte della comunità LGBTQ+ non è diverso dal resto della popolazione e deve sentirsi sicuro e accettato in un contesto collettivo. Ogni persona ha il diritto di esprimersi liberamente senza aver paura di uscire di casa ed essere aggredito, molestato verbalmente e fisicamente. È questo il caso di un dodicenne che a Roma, proprio in ambiente scolastico da una comitiva di ragazzi come lui, è stato deriso ed è stato vittima di insulti sessisti, solamente perché indossava una borsa arcobaleno, portava lo smalto e i capelli lunghi. È assurdo come un ragazzino di soli 12 anni, che ancora indaga sul proprio orientamento sessuale, debba già essere etichettato da altri e ridicolizzato per questo. Questo è solo uno dei tanti casi di ragazzi che soprattutto sui social, in particolare TikTok, vengono inondati di domande come “ Sei maschio o femmina?”

Lady Gaga marca il suo pensiero dicendo “ Cercherò di lottare per voi” e noi speriamo che altre persone seguano il suo esempio, affinché tramite la TV si possa diffondere un messaggio positivo e progressista.


Gli alunni della 4°A

48 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Il 25 novembre ricorre la giornata mondiale contro la violenza sulle donne, un tema molto dibattuto negli anni che non ha però portato ad un effettivo cambiamento. Secondo alcuni studi, in Italia, nel