Marcia per la pace

Il giorno 5 Aprile 2022 tutte le scuole del territorio di Ferrandina hanno partecipato alla marcia per la PACE, in occasione della problematica attualmente più discussa: la guerra combattuta tra Russia e Ucraina. Pur non essendo coinvolte direttamente, le scuole hanno voluto dare un piccolo supporto manifestando la vicinanza, marciando lungo le vie principali del paese. In Piazza Plebiscito, luogo di raduno, le scuole hanno presentato performance di ballo e di canto e recitato poesie adeguate all’occasione. La piazza era colma di bambini e ragazzi con cartelloni colorati da loro realizzati con scritte come: “Si alzi forte in tutta la terra il grido della pace”, “Stop war, we stand for peace”; il coinvolgimento è stato maggiore con l’intervento delle istituzioni locali: sindaco, vicepreside, rappresentanti di istituto, parroci. Per lanciare questo messaggio sono state utilizzate canzoni del passato sempre attuali, ad esempio “Zombie” e “Generale”. La prima denuncia la violenza nel conflitto scoppiato nell’Irlanda del Nord e contro le bombe di Warrington del 1993, la seconda, un brano manifesto contro la guerra e la violenza, rappresenta fedelmente il conflitto armato a cui lo stesso autore ha assistito e partecipato.

Quest’occasione è stata utile per sensibilizzare ogni fascia di età non solo su questa guerra nello specifico, ma anche sui conflitti armati pensando a tutti coloro che la stanno vivendo sulla propria pelle, mamme che temono per i propri figli, soldati che hanno paura di non poter ritornare nella propria casa, bambini senza speranza, senza futuro che vedono sfumare i propri sogni. Pur essendo consapevoli di non poter cambiare le sorti di questo contrasto, è rassicurante vedere la partecipazione fisica ed emotiva di ognuno, persino dei bambini che sono costretti a vivere questo periodo così difficile e straziante. Inoltre, con ciò si è voluto dimostrare come negli uomini vi è ancora un briciolo di empatia, di amore, di umanità e non solo di egoismo, di superbia, di odio e come in noi sono ancora vivi quegli ideali che ci sono stati trasmessi sin dal passato di dignità, di libertà e di solidarietà.




Gli alunni della 4^A


6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

L’educazione civica sta gradualmente assumendo all’interno dei programmi didattici di ogni istituto comprensivo un ruolo di assoluta importanza. A dimostrazione di ciò è doveroso far riferimento alle